-=Archivio News - Febbraio 2005=-

Martedì 8 Febbraio 2005, 01.59
Ritorno dall'oblìo...
[Vaz]

Buongiorno a tutti. Come vedete MamEnd è un po' abbandonato a sé stesso, e il motivo è presto detto: personalmente sono quasi completamente disinteressato al MAME, i giochi che vengono aggiunti non mi interessano e non il tempo né la voglia di stare appresso alla frequenza delle releases che fortunatamente si stanno susseguendo, segno che il progetto è vitale dopo quasi otto anni dal suo inizio. Ho seguito il mondo dell'emulazione dal 1997, provando l'emozione di rivedere dopo tanti anni giochi storici come Gyruss e Frogger grazie allo Sparcade di Dave Spicer, e dal 1998 ho fatto conoscenza con quel grande emulatore che è il MAME. Andando a stringere, i due giochi che davvero desideravo vedere emulati erano Splatter House e Thundercade, entrambi lo sono da un bel po' e ce ne sono tantissimi altri ai quali ho giocato - e che ho finito, ai tempi - nella sala giochi Play Star di Pescara, principalmente. Arrivati nel 2005 la gran parte di quel che c'era da emulare è stata emulata, adesso ci si è buttati sul 3D e sul vecchiume che, sotto il profilo della preservazione, è bene che venga recuperato e di conseguenza emulato, ma sotto il profilo della giocabilità nella maggior parte dei casi sono delle mezze schifezze che all'epoca non superarono lo stato di prototipo o, alla meglio, il location test, e che per quanto attiene il sito sono inutili perché generalmente infiniti.

Insomma, mi sono stufato. Arrivato a 1300 finali, raccolti in questi tre anni anche grazie all'aiuto di tanti amici, Ciano e Governor per tutti, uno sente anche il bisogno di staccare la spina, è comprensibile. A ciò aggiungete poi il mio impegno parallelo da fumettista, che piano piano sta assumendo un ruolo sempre più preponderante nel mio tempo libero, per ora, sperando che poi diventi un (secondo) lavoro, aggiungete il fatto che sono anche un appassionatissimo di Commodore 64 e che ci sono ancora tantissimi giochi per questo computer che non ho visto, e capirete perché sto trascurando MamEnd per GamEnd.
Con questo NON voglio dire che abbia intenzione di chiudere il sito, no, ci mancherebbe, semplicemente vi dovrete accontentare di aggiornamenti molto sporadici, mensili, ecco. D'altra parte abbiamo raccolto qui più della metà dei giochi che il MAME emula, se poi contiamo i numerosi titoli infiniti e quelli non funzionanti (nel 99% dei casi ingiocabili) potete ben capire come non è che ci sia rimasto molto lavoro per noialtri.

Oggi comunque non sto scrivendo solo per darvi queste notizie non molto buone, per fortuna qualche finale c'è ancora, addirittura mio. Bene, iniziamo allora con Riot, che secondo me è un titolo incompleto perché nel title screen c'è una sfilza di ideogrammi ma a quanto pare nessuno finora s'è preso il disturbo di tradurli e comunicarli ai MAMEdev, si tratta di uno sparatutto alla Cabal, anzi, alla Spinal Breakers e in comune con quest'ultimo ha la difficoltà snervante, almeno a me è sembrato troppo difficile, io però sono un bel po' arrugginito quindi il mio parere lascia il tempo che trova. Il secondo titolo è la versione MegaDrive di Crack Down, che quindi ricade nell'elenco dei giochi MegaTech, e concludiamo con WizarD e il sorprendente, in negativo riguardo proprio alla fine, Thunder Blade: sono stato convinto per 17 anni che il finale della versione C64 facesse schifo per colpa del programmatore che aveva fatto la conversione, e invece è praticamente identico all'originale... le mie sentite scuse, con molto ritardo, a Chris Butler. Ci si rivede qui fra una trentina di giorni!

Riot (C) 1992 NMK Thunder Blade (C) 1987 Sega

© 2005 MamEnd Team.